mercoledì 28 agosto 2013

Il Rescue Remedy: l'unico rimedio di Bach già pronto

Il Rescue Remedy (il trentanovesimo rimedio dei fiori di Bach) è l'unico rimedio composto da 5 diversi fiori di Bach e quindi già pronto all'uso. I fiori contenuti sono: Star of Bethlehem, Rock Rose, Impatiens, Cherry Plum e Clematis.
È considerato il rimedio per i casi di emergenza ed è così che deve essere utilizzato.
Probabilmente, per le sue caratteristiche, è il rimedio più conosciuto e utilizzato, anche da persone che non conoscono Edward Bach e i suoi fiori.

Il Rescue non si sostituisce al medico, ma è particolarmente efficace quando è necessario intervenire tempestivamente. È il rimedio di pronto soccorso che aiuta la persona a superare lo shock, portando chiarezza e calma nello stato emotivo, consentendo quindi alla mente e al fisico di affrontare la situazione traumatica che si sta vivendo.

Tengo a ricordare (so che sono ripetitiva!) che la sua funzione è quella di agire nelle EMERGENZE; uno shock da incidente, un attacco di panico, un'ansia incontrollabile, magari prima di un colloquio o di un esame, oppure una notizia tragica come un lutto.

Ultimamente in commercio ho trovato altre miscele di fiori di Bach già pronte, per il sonno, l'armonia o per rilassarsi.
È lo stato emozionale della persona che definisce il mix di fiori adatti, non la manifestazione esterna di questo disagio (insonnia, agitazione, ansia, stress ecc.). Ecco perché in questi casi, come per altri disagi, non possono esistere rimedi preconfezionati.

Il Rescue Remedy (gocce e cream) è in assoluto l'unico rimedio già pronto di Edward Bach.
Non è la panacea di tutti i mali e spesso erroneamente viene usato anche in condizioni in cui lo stato emotivo non è causato da un’emergenza o da un trauma. In questi casi non va somministrato, poiché non avrà alcun effetto. Se non ha l’effetto desiderato, è certamente meglio chiedersi se lo si è usato nella circostanza giusta. Se le emozioni che entrano in gioco sono altre, sono altri i fiori di Bach da utilizzare.

Per le situazioni sopra descritte è preferibile usare le gocce: 4 gocce sulla lingua oppure diluite in acqua o altri liquidi (tè, tisane e succhi di frutta). Per una maggiore efficacia deve essere somministrato prima ad intervalli ravvicinati (anche di qualche minuto), poi ad intervalli maggiori fino a quando si attenua lo stato emotivo.
La crema Rescue Cream – è impiegata per uso esterno; in caso ecchimosi, bruciature, punture di insetti, irritazioni, ed eritemi (in questi casi è meglio applicarlo intorno alla lesione, sulla pelle sana).
Oltre ai 5 rimedi già citati, nella crema è presente anche Crab Apple, il fiore che dona pulizia e che purifica.
La crema non va utilizzata nelle ferite aperte, nei tagli e nelle abrasioni.

2 commenti:

  1. La paura di volare è arrivata all'improvviso, dopo anni di viaggi anche frequenti. Non sono riuscita a ricondurla a un evento specifico e così quando quest'anno ho dovuto prendere il mio primo volo intercontinentale mi sono decisa a chiedere aiuto alla medicina alternativa.
    In questi ultimi anni ho comunque continuato a prendere gli aerei, sempre voli brevi (max 3 ore), vivendo tutta la durata del viaggio in tensione e sempre attenta a ogni minimo rumore.
    Il pensiero di stare rinchiusa per 9-10 ore, tesa, senza potermi rilassare, mi ha convito che dovevo fare qualcosa.
    Quindi ho consultato Clara con anticipo e, dopo aver valutato la mia situazione, mi ha preparato un mix di fiori di Bach che ho assunto per tutto il mese prima della partenza.
    In aereo avevo con me il rescue. Solo 4 gocce in una bottiglietta d'acqua da mezzo litro mi sono bastate per 9 ore di viaggio.
    Nessuna sensazione di "cuore in gola" o gambe tremanti. Ho perfino riposato (non molto), ma sicuramente ho ripreso il volo di ritorno (8 ore) con un altro spirito!
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, sono contenta che sia andato tutto bene. Spesso è l'ansia anticipatoria che ci fa vivere male le attese. I fiori possono aiutarci a vivere meglio queste situazioni. Nel tuo caso il mix di fiori ti è servito per essere più serena prima della partenza. Il Rescue Remedy, invece, ti ha aiutata in aereo, per gestire l'eventuale panico dovuto alle tante ore in volo.

      Elimina

Dimmi la tua opinione su questo post