mercoledì 4 febbraio 2015

Gli oligoelementi e l'artrosi

L'artrosi è una malattia degenerativa che comporta la modificazione delle strutture connettivali delle articolazioni. In genere riguarda persone sopra i 50 anni, proprio perché spesso è un aggravamento di un naturale processo di usura delle cartilagini, dovuta al tempo.
Può colpire anche i più giovani, soprattutto coloro che svolgono attività che usurano più velocemente le articolazioni, come i lavori pesanti.
Altre cause sono legate all'alimentazione, al metabolismo, a fratture oppure a malattie endocrine.
I sintomi sono dolore, rigidità delle articolazioni coinvolte e anche scricchiolii nei movimenti. In questi casi, è sempre opportuna una visita specialistica per valutare il grado di avanzamento dell'artrosi.

Accanto alle terapie farmacologiche o fisioterapiche, è sicuramente utile associare oligoelementi che sono efficaci sia come prevenzione sia come disinfiammanti e decontratturanti e con funzione nutritiva del tessuto osseo.
Nell'oligoterapia diatesica diversi sono gli oligoelementi da impiegare, in modalità differenti a seconda della situazione.
L'associazione Manganese-Cobalto è la principale da utilizzare proprio per rallentare il processo degenerativo, riequilibrando il terreno. Il Rame agisce come antinfiammatorio, mentre Calcio e Fosforo come mineralizzanti sulla plasticità ossea, nutrendo i tessuti.

Il Magnesio agisce con azione antispasmodica, riducendo le contratture muscolari mentre il Fluoro è utile se c'è tendenza all'osteoporosi oppure se si è verificata una frattura.
Per la posologia e la combinazione di oligoelementi è necessario rivolgersi al proprio naturopata.

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi la tua opinione su questo post